Un commento della società di consulenza Sciara

La situazione attuale delle gare gas – ferme al palo per ricorsi e complessità normative, salvo i casi di ambiti con soggetti predominanti (e quindi esito scontato) o comunque pochissimi partecipanti – dovrebbe indurre a un ripensamento complessivo del sistema, senza escludere un vero e proprio reset, ripartendo da norme semplici e applicabili. Lo sostiene in un nuovo contributo sull’argomento, Giulio Gravaghi, amministratore di Sciara, società di consulenza attiva nell’assistenza degli enti locali nelle procedure, tornando sul nodo della scarsa o nulla motivazione per i Comuni a sostenere il processo, considerato il nodo irrisolto delle proprietà di loro competenza e il fatto che circa 2.0000 di essi dipendono finanziariamente dai vecchi canoni concessori….  STAFFETTA 3ago2017 Gravaghi gare gas

Tag: