Domani l’emendamento con i punti concordati ieri al Tavolo Mise

Dopo oltre tre ore di acceso dibattito la cabina di regia sulle gare gas del ministero dello Sviluppo economico presieduta dal dg Gilberto Dialuce è arrivata ieri a un accordo per intervenire con un emendamento sulle gare gas nel decreto Semplificazioni. Questi, a quanto risulta alla Staffetta, i punti su cui il Mise arriverà a un testo entro i prossimi giorni (probabilmente verrà messo a punto domani in collaborazione tra ministero e Arera): Vir ai Comuni, intervento sul delta tra Vir e Rab, eliminazione dai bandi dei Tee a favore di altre tipologie di intervento negli Atem, snellimento degli obblighi informativi, creazione di un albo dei commissari per le gare e infine il mandato di sei mesi alla cabina di regia per definire una riforma completa. Anci e Uniatem, a quanto riferito alla Staffetta, spingerebbero per intervenire anche in tema di quota di ammortamento, ipotesi su cui il ministero si sarebbe detto contrario ma su cui le associazioni sperano sarà possibile intervenire comunque in Parlamento. Altro argomento su cui si è registrato disaccordo è stato l’obbligo di fornire i dati aggiornati all’anno precedente per la predisposizione dei bandi, che in caso di allungamento dei tempi costringe a ricominciare da capo parte del lavoro, con l’Autorità che ha difeso il criterio (detto t-1) prospettando di coinvolgere il Gse nelle verifiche.

STAFFETTA 30.7.2020

Tag: