In relazione al ricorso di Assisi che contesta la designazione di Foligno quale stazione appaltante. Intanto, respinta istanza del Comune di Cerea contro 2i Rete Gas su indennizzo a gestore uscente

Si terrà il 29 novembre l’udienza del Consiglio di Stato sui ricorsi del Comune di Assisi contro il bando per la gara gas nell’Atem Perugia 2. Lo ha sancito lo stesso CdS, tenendo conto della necessità di riunire le due separate istanze della ricorrente, una rivolta verso il bando vero e proprio e l’altra contro la designazione di Foligno quale stazione appaltante. Intanto da segnalare che il Consiglio ha respinto l’appello del Comune di Cerea contro 2i Rete Gas sui criteri per la determinazione dell’indennizzo dovuto al gestore uscente. I giudici hanno confermato la sentenza del Tar Veneto del novembre 2016 che sanciva l’illegittimità della delibera con cui nel settembre 2012 il Consiglio comunale ha modificato la convenzione con l’allora G6 Rete Gas (ora confluita in 2i) risalente al 1989, revocando una precedente delibera del 2005. A parte la distinzione giuridica tra “annullamento” e “nullità” della clausola contrattuale, il CdS sottolinea che la delibera n. 35 del Consiglio comunale è “intervenuta a distanza di bene sette anni dall’emanazione della delibera n. 25 del 2005, in un termine dunque irragionevole, e senza avere tenuto conto, all’esito di un’adeguata ponderazione degli interessi contrapposti, della posizione giuridica del concessionario e dell’affidamento ingenerato nel medesimo proprio in ragione del decorso del tempo”. QE 4 maggio 2018