Gara gas Perugia 2, 62 milioni ai Comuni che vendono le reti
Aggiornato il Bando su valori rimborso ai gestori uscenti (47,8 mln più 5,4 mln per Bastia) e fissato in 77,8 mln per il primo anno il corrispettivo 1% Nuovo termine per le domande di partecipazione il 29 dicembre 2017.

Il Comune di Foligno, stazione appaltante per la gara per la distribuzione gas nell’ambito territoriale minimo (Atem) di Perugia 2 Sud e Est, ha approvato il 12 settembre un aggiornamento della procedura con novità relative tra l’altro ai termini i rimborsi dovuti del gestore subentrante. Nello specifico il valore del rimborso dovuto ai gestori uscenti all’atto del subentro per gli impianti è aggiornato a da circa 40,9 milioni a 47,8 mln, viene quantificato in 5,4 mln quanto dovuto allo scadere delle concessioni per Bastia Umbra (il valore era ancora da determinare alla prima pubblicazione del bando nel 2016). Inoltre viene quantificato in circa 62,9 mln quanto dovuto dal gestore entrante ai Comuni dell’ambito che hanno deciso di vendere la propria rete. Quanto al corrispettivo dovuto pari all’1% del capitale di località, il valore nel primo anno è stato quantificato in 77,8 mln. Considerato il diverso periodo di affidamento, che ora è previsto decorrere dal 30 giugno 2018, è stato aggiornato anche il valore stimato dell’affidamento che sale da circa 150 a circa 154 mln nei 12 anni. Il nuovo termine per le domande di partecipazione, già prorogato più volte, è stato fissato al 29 dicembre 2017. Staffetta Quotidiana, 15-09-17

Gare gas: Perugia 2 alza bando a 154 mln €, ai Comuni 63 mln €
Le modifiche alla procedura e la fissazione del valore delle reti di proprietà delle amministrazioni. Al gestore uscente 47,8 mln €

Il Comune di Foligno ha aggiornato alcuni valori del bando per la gara gas nell’Atem Perugia 2. In particolare, l’importo contrattuale è stato elevato da 150 a 154,3 mln € (14 mln il valore annuale) “considerando l’ingresso del nuovo gestore entro il 30 giugno 2018”, dice l’avviso pubblicato sulla Gazzetta Ue.
Il valore di rimborso al gestore uscente passa da 40,9 a 47,8 mln, a cui vanno aggiunti 5,4 mln allo scadere della concessione di Bastia Umbra. Viene poi fissata in 62,9 mln € la somma da corrispondere complessivamente ai Comuni che venderanno le reti di loro proprietà. Il termine per le offerte resta il 29 dicembre 2017. Va ricordato che a fine maggio il Tar Umbria ha dichiarato inammissibili i ricorsi di Italgas e 2i Rete Gas contro il bando in quanto si tratta di un procedimento ancora in itinere, in particolare per quanto riguarda le valutazioni dell’Aeegsi, per cui manca “l’originario interesse a ricorrere”. I giudici, a conferma di quanto già deciso nel 2014, hanno inoltre respinto le istanze del Comune di Assisi, che si opponeva anche all’individuazione del Comune di Foligno quale stazione appaltante, oltre all’indeterminatezza e incompletezza della documentazione di gara. QE, 15-09-17