Il Comune approva la determina di aggiudicazione del bando da oltre 650 mln €. La seconda classificata: “Già avviate tutte le azioni per dimostrare superiorità nostra offerta”

Il Comune di Napoli ha approvato la determina che assegna ufficialmente a 2i Rete Gas la gara nell’Atem Napoli 1. Si tratta di un bando del valore di oltre 650 mln € Riguarda circa 370 mila PdR nei comuni di Napoli, Portici, Ercolano, San Giorgio a Cremano, Torre Annunziata e Torre del Greco.

L’aggiudicazione è avvenuta al termine di un processo tortuoso e contestato dal gestore uscente Italgas, classificatosi secondo per soli 0,3 su 100. E il gruppo guidato da Paolo Gallo annuncia azioni legali (probabile un ricorso al TAR).

Attraverso un suo portavoce, Italgas fa infatti sapere che il provvedimento di aggiudicazione “era un atto amministrativo atteso da tempo, dopo che la commissione giudicatrice aveva prontamente confermato l’esito del proprio operato circa la graduatoria finale della gara che vedeva l’offerta di Italgas Reti in seconda posizione per soli 0,3 punti su 100”.

Verso il provvedimento di aggiudicazione “Italgas ha già avviato tutte le azioni necessarie per dimostrare la superiorità della propria offerta, nel rispetto della legge”.

Più nel dettaglio, 2i Rete Gas ha ricevuto un punteggio di 95,04/100 e Italgas Reti di 94,72/100. Nella seduta pubblica del 29 gennaio la Commissione di gara comunicava che le offerte risultavano sospette di anomalia e che, pertanto, si sarebbe dovuto procedere alla verifica della congruità delle offerte.

Nella seduta del 14 aprile è arrivato il giudizio di congruità della commissione, composta dal presidente Mario Sorrentino (Ordinario di Economia e Gestione delle Imprese), Massimo Dentice D’Accadia (Ordinario di Fisica Tecnica Industriale), Francesco Calise (Associato di Fisica Tecnica Industriale), Francesco Pepe (Associato di Impianti Chimici) e Livio Cricelli (Associato di Ingegneria Economico Gestionale).

QE, 23/6/2021

Tag: