ATEM DISTRIBUZIONE GAS

Siamo un’azienda leader nel settore della distribuzione gas, con una vasta gamma di servizi per soddisfare le esigenze dei nostri clienti.

K
Comuni
+
Utenti
ATEM
Distributori
Reti Gas KM

L’impianto legislativo e normativo della riforma del servizio di distribuzione del gas in Italia affida agli Enti locali compiti di particolare responsabilità che per essere svolti al meglio, nell’interesse della cittadinanza e dell’Ente, richiedono  conoscenze specifiche di una materia altamente specialistica.

Ogni Comune deve farsi carico di una serie di attività fondamentali per l’indizione della gara ad evidenza pubblica per l’individuazione del gestore unico del servizio di distribuzione del gas nell’ATEM.

Tra questi Comuni i capoluoghi di provincia, dove compresi, o un Comune scelto dai componenti dell’ATEM dovrà svolgere anche la funzione di stazione appaltante con il compito di bandire e portare a termine la gara.

Compiti degli Enti concedenti

  • Identificare la stazione appaltante, quando non già indicata dal DM 226/2011, affidandole, con delibera del Consiglio comunale, il ruolo di stazione appaltante e di  controparte nella gestione del contratto di servizio che sottoscriverà con il nuovo gestore;
  • Approvare, con apposita delibera del Consiglio comunale, la convenzione (ex art. 30 del TUEL) con cui vengono regolati i rapporti tra stazione appaltante e Comuni concedenti dell’ATEM;
  • Richiedere ai Gestori uscenti una serie di informazioni quali la consistenza e lo stato degli impianti, la cartografia, il personale, la tariffa, gli oneri finanziari, il protocollo di comunicazione, etc. (art. 4 DM 226/2011);
  • Ricostruire la storia concessoria, compresa la concessione in essere, evidenziando vincoli ed impegni assunti nel tempo dalle parti;
  • Verificare la correttezza della consistenza fornita dal gestore anche con l’ausilio di sopralluoghi e rilievi fotografici;
  • Calcolo del valore di ricostruzione a nuovo dell’impianto;
  • Calcolo del valore industriale residuo (VIR) dell’impianto, utilizzando le metodologie ed i prezziari previsti dalla legge, evidenziando il VIR da riconoscere al gestore uscente e quello del Comune;
  • Calcolare gli investimenti pubblici effettuati nel tempo per gli impianti di distribuzione;
  • Calcolare gli investimenti privati effettuati nel tempo per gli impianti di distribuzione;
  • Confrontare il VIR dell’Ente locale con quello presentato dal Gestore uscente per definire un VIR condiviso;
  • Approvare, con delibera del Consiglio comunale, il valore del VIR concordato con il Gestore uscente;
  • Stipulare con il Gestore uscente un atto pubblico che certifichi il VIR dell’impianto di distribuzione del gas naturale e la sua ripartizione tra i due sottoscrittori;
  • Redigere il documento guida comunale contenente i programmi di sviluppo, potenziamento e manutenzione delle reti di distribuzione del gas nel territorio comunale per il periodo dell’affidamento (12 anni);
  • Preparare e consegnare, con le modalità previste e quando richiesto dalla stazione appaltante, tutta la documentazione di cui all’art. 9 del DM 226/2011.

Compiti dei Comuni capofila
(stazioni appaltanti)

  • Convocare i Sindaci dei Comuni appartenenti al costituendo ambito territoriale, così come previsto dalla legge per la costituzione dell’ATEM;
  • Svolgere attività informativa e formativa degli Enti concedenti ed in particolare dei referenti designati;
  • Assistere i Comuni nell’espletamento delle delibere che ogni Consiglio comunale dovrà approvare per dare ufficialità al Comune capofila; ciò si ottiene al raggiungimento di Delibere fatte da almeno 2/3 dei Comuni che rappresentino 2/3 dei clienti;
  • Comunicare ai Gestori presenti nell’ATEM l’avvio delle attività di legge, richiedendo l’una tantum previsto dalla deliberazione AEEGSI n. 407/2012;
  • Definire uno schema di convenzione necessario a regolare i rapporti tra i Comuni dell’ATEM: la convenzione per essere valida dovrà essere approvata da tutti i Consigli comunali;
  • Assicurare che ogni Comune assuma le delibere di cui sopra;
  • Dare comunicazione alla Regione del raggiungimento del quorum per ognuna delle delibere;
  • Coordinare l’attività dei Comuni dell’ATEM, compreso il dare indicazioni circa l’espletamento diretto o l’affidamento a terzi dell’incarico per l’assistenza ed il supporto tecnico alla preparazione della documentazione prevista
  • Raccogliere, analizzare e vagliare tutti i documenti tecnici prodotti dai singoli Comuni;
  • Predisporre tutta la documentazione necessaria per l’espletamento della gara;
  • Redigere il bando di gara, il disciplinare, lo schema di contratto di servizio e i relativi documenti allegati
  • Gestire l’iter di gara
  • Nominare il nuovo Gestore
  • Stipulare il contratto di servizio con l’aggiudicatario della procedura ad evidenza pubblica
  • Coordinare il passaggio delle reti dai gestori uscenti al gestore entrante
  • Vigilare e controllare sulla corretta applicazione degli impegni previsti dal contratto di servizio a carico del Gestore entrante, coadiuvata dal Comitato di monitoraggio.
820a32a3-abb1-4a7e-ac76-10b9f1716ff3

CONTATTI

Via C. Malpeli, 12 – 43036 Fidenza (PR)
Tel. 0524 402423
Cell. 338.12.03.007

SOCIAL